Read full review here
Download PDF version here

Abstract:

Conclusioni:

Che dire, ennesima grande prova del costruttore siciliano che si conferma un artigiano di gran talento. Nel confronto quasi diretto, il presente Ultimate paga al Dual Ref, di cui mantenevo ottima memoria, un pochino in termini di raffinatezza sonora e, passatemi il termine, di “bellezza” musicale. Ciò nonostante l’Ultimate offre la non marginale possibilità di inserirsi in un sistema realmente bilanciato, nonché di costare più di un 20% in meno, che non guasta affatto.

Non presenta alcun limite evidente, sia timbricamente che dal punto di vista della velocità e dinamica, offrendo una ricostruzione scenica degna dei migliori preamplificatori di scuola americana, europea o orientale che sia.

In considerazione del prezzo di vendita, lo ritengo ancora più conveniente del Dual Ref, che già un campione di qualità/prezzo secondo me lo è.

Come sempre per i prodotti di fattura artigianale o comunque non industrializzata, va apprezzato il livello costruttivo e soprattutto va valutato senza quei pregiudizi sui marchi di nicchia che in molti hanno. In poche parole, valutare per come suona, prima di tutto.

– Paolo Di Marcoberardino – Remusic